Senza categoria

Black Mirror 1×02 – “15 milioni di celebrità” per me è un horror

Sì, raga, lo so che appena avete letto “horror” nel titolo siete saltati sulla sedia. Chi avrà visto l’episodio 15 milioni di celebrità di Black Mirror dirà: “Ma mica c’erano possessioni demoniache, vampiri, zombi con gli occhi penzolanti o pagliacci assassini!”

No, raga, se avete pensato questo, vuol dire che non sapete una semplice cosa: l’horror, come genere, non esiste.

L’horror è solo un’etichetta commerciale che Hollywood ha dato a certi pessimi film fantasy e simili.

L’horror è una cosa puramente soggettiva.

A me può far spaventare un film come L’esorcista, un altro invece può ridere dall’inizio alla fine del film.

A me può far ridere Saw – L’enigmista e un altro può esserne terrorizzato a morte.

Eppure entrambi li vediamo spesso nelle classifiche “horror”, uno magari in una classifica di “horror puro” l’altro in una di “horror psicologico” o come volete chiamarle. In realtà sono l’uno un semplice fantasy e l’altro un thriller psicologico. Niente di più.

L’horror è così soggettivo che potremmo perfino etichettare come horror certi saggi scientifici ai limiti della fantascienza perché se la realtà funzionasse davvero come teorizzano sarebbe terrificante.

Ora, sapendo che l’horror è solo nella mente di chi guarda, passiamo all’episodio di Black Mirror che considero il più bello e “horror” in assoluto.

In “15 milioni di celebrità” troviamo una società distopica in cui alcuni esseri umani sono costretti a vivere in dei cubicoli iper-tech alimentati da energia elettrica prodotta da loro stessi quando pedalano su delle cyclette. Più pedali, più energia produci e più punti accumuli per comprare roba virtuale e reale: un aggiornamento per il paesaggio della tua camera, un vestito nuovo per il tuo avatar, più dentifricio da mettere sul tuo spazzolino, ecc.

black mirror, 15 milioni di celebrità serie tv
Il risveglio di Bing nel suo bel cubicolo… se non ti piace il gallo che canta puoi comprarti un upgrade della camera e magari avere Mike Tyson in tenuta da pugile che ti grida “Alzati femminuccia!” e scaglia pugni a vuoto nell’aria!

In ogni momento rischi di beccarti una pubblicità noiosa su un talent show o su un programma porno se ti trovi nel tuo cubicolo o davanti a uno schermo. Se vuoi saltare questa pubblicità, sei costretto a sprecare punti, altrimenti te la devi subire. Se provi a chiudere gli occhi e tapparti le orecchie, parte un segnala acustico che ti costringe a ritornare alla visione.

serie tv, black mirror, 15 milioni di celebrità
Wraith Babes: il Brazzers dell’ambientazione.

Se sei un ciccione o uno che non riesce a pedalare, sei un essere umano di serie b che può essere deriso da tutti e umiliato. Addirittura c’è un programma tv ad hoc che piglia per il culo i ciccioni umiliandoli.

serie tv, black mirror, 15 milioni di celebrità, ciccioni, limoni
I ciccioni come li vede Black Mirror. Fanno gli spazzini e indossano una tuta gialla e per questo vengono chiamati “limoni”. La loro massima aspirazione per trovare un lavoro “migliore” è finire a farsi umiliare in un programma tv che li prende in giro. Bello, n’è vero?

Cosa vi ricorda tutto questo?

Beh, raga, a me ricorda la realtà che viviamo per certi versi.

Siamo bombardati di pubblicità sia online sia in real che ci sotringono a guardare, online compriamo roba che nella realtà non esiste (es. videogiochi o roba da usare nei videogiochi pagata con cash veri), siamo sempre più ossessionati dalla voglia di avere successo e dal porno. E i ciccioni vengono a malapena tollerati…

Tutto questo è davvero spaventoso.

La storia in sé dell’episodio è passabile. Purtroppo lo sviluppo di buone storie è un limite proprio delle serie antologiche che si basano più sulla forza dell’idea di base del singolo episodio che sullo sviluppo della storia (e quindi dei personaggi).

Correte a vedere questa puntata e le altre di Black Mirror perché vale davvero la pena. Certo, alcuni episodi sono inguardabili (soprattutto della terza stagione), ma alcuni sono delle perle. Come sempre, guardiamo il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto.

E poi c’è il discordo finale di Bing, il protagonista di questo episodio, che… voglio dire…. è davvero da brividi!

One thought on “Black Mirror 1×02 – “15 milioni di celebrità” per me è un horror

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...