serie tv · sceneggiatura · storytelling

BoJack Horseman: perché la mancanza di empatia per BoJack non è un problema

L’altro giorno ho detto a un’amica che avevo iniziato da poco la visione della prima stagione di BoJack Horseman, la serie tv di Netflix sul cavallo parlante che è stato una star di Hollywood negli anni novanta e che non è riuscito a mantenere la sua fama e nel presente vive di rendita e in depressione in un mondo popolato da animali antropomorfi ed esseri umani.
Continue reading “BoJack Horseman: perché la mancanza di empatia per BoJack non è un problema”

film, romanzo · serie tv

Il conte di Montecristo: breve analisi di una storia di successo

È difficile trovare qualcuno che non abbia mai sentito parlare di Edmond Dantès, il giovane marinaio francese imprigionato ingiustamente per anni e anni al Castel d’If che riesce ad evadere e vendicarsi dei nemici che lo hanno privato della sua vita e della sua felicità.
Continue reading “Il conte di Montecristo: breve analisi di una storia di successo”

serie tv

The Man in the High Castel: e se i nazisti avessero vinto la seconda guerra mondiale?

E se i nazisti avessero vinto la seconda guerra mondiale?

È questa la domanda che si pone la serie tv The Man in the High Castle, tratta dall’omonimo romanzo di Philip K. Dick, autore di fantascienza famosissimo. Il romanzo lo conosciamo in Italia col nome La svastica sul sole.
Continue reading “The Man in the High Castel: e se i nazisti avessero vinto la seconda guerra mondiale?”

serie tv

Game of Thrones 7×01: una puntata noiosa

Personalmente sono un grande fan di Game of Thrones. Ho iniziato a seguire la serie nel 2012, quando ancora non se la filava nessuno, soprattutto in Italia. Poi sono passato alla lettura dei 5 romanzi del ciclo Le cronache del ghiaccio e del fuoco di George Martin a cui si ispira la serie, che sono tutt’ora tra i miei preferiti nel genere low-low-fantasy.
Continue reading “Game of Thrones 7×01: una puntata noiosa”